Terna, online il Rapporto di sostenibilità 2013

Postato il da nella categoria Energia.


Terna, disponibile sul sito www.terna.it il Rapporto di sostenibilità 2013, redatto in base alle linee guida G3.1 del GRI, applicate al livello A+. Questa edizione segna una fase di transizione verso l’adozione del “G4”, il nuovo standard internazionale di rendicontazione del Global Reporting Initiative. Tra i principali risultati di sostenibilità di Terna, il varo del primo “Piano d’azione per l’impegno sociale” basato su un’iniziativa di stakeholder engagement che ha coinvolto 50 esperti esterni e 60 dipendenti. Anche nel 2013 è stata confermata l’inclusione di Terna nei principali rating e indici borsistici internazionali di sostenibilità.

Terna Rapporto Sostenibilita 2013

Terna ha pubblicato sul suo sito www.terna.it il Rapporto di sostenibilità 2013, redatto in base alle linee guida G3.1 del GRI, applicate al livello A+.
Si tratta di un’edizione, la nona, particolarmente significativa: la coincidenza con la preparazione del primo Rapporto integrato del Gruppo e i risultati dell’analisi di materialità svolta nel secondo semestre 2013 ne hanno ampliato l’efficacia nella rappresentazione di come Terna crea valore nel tempo.

In particolare, il Rapporto 2013 è più snello, con un’impostazione che dà maggiore risalto ai temi rilevanti per l’azienda e per i suoi stakeholder: in tal senso questa edizione segna una fase di transizione verso l’adozione del “G4”, il nuovo standard internazionale di rendicontazione del GRI – Global Reporting Initiative, prevista per il prossimo anno.

Logo Terna

Tra le novità, va segnalato anche l’anticipo di un mese nella pubblicazione: per la prima volta infatti il Rapporto di sostenibilità è uscito in concomitanza con la Relazione finanziaria annuale del Gruppo, che quest’anno assume, come già ricordato, le caratteristiche di Rapporto Integrato in linea con le indicazioni dell’International Integrated Reporting Committee.
Tra i principali risultati di sostenibilità di Terna si segnala, in ambito sociale, il varo del primo “Piano d’azione per l’impegno sociale” basato anche su un’iniziativa di stakeholder engagement che ha coinvolto 50 esperti esterni e 60 dipendenti.

E’ proseguito il lavoro di revisione dei presidi etici e di responsabilità ambientale e sociale in relazione alla catena della fornitura che ha condotto all’identificazione di un elenco di Paesi a potenziale rischio rispetto ai quali mettere a punto misure supplementari di attenzione nella qualificazione dei fornitori e nei processi di acquisto.
Nella seconda parte del 2013 è stata realizzata la già citata “analisi di materialità” che ha avviato un percorso di rafforzamento degli strumenti aziendali volti a conoscere le aspettative degli stakeholder e a pianificare azioni coerenti, a beneficio della relazione con i medesimi.

Il Rapporto di sostenibilità 2013 riporta, ormai per il quarto anno consecutivo, i confronti con altre aziende su 7 significativi indicatori ambientali e sociali: uno strumento in più per consentire agli stakeholder una valutazione comparata dei dati e delle performance di Terna.

Anche nel 2013 è stata confermata l’inclusione di Terna nei principali rating e indici borsistici internazionali di sostenibilità.

FONTE: Terna