Pietro Salini al PoliMi: “Assunzione di talenti una priorità”

Postato il da nella categoria Economia.


Secondo Pietro Salini: “L’assunzione dei giovani talenti è una priorità strategica e non tattica, che va curata come una dinamica di lungo periodo e non gestita come una transizione nel momento del bisogno”. È quanto ha affermato l’amministratore delegato di Salini Impregilo all’inaugurazione del master in International Construction Management ideato dal gruppo in collaborazione con il Politecnico di Milano.

Salini Impregilo - Tomorrows Builders

Il corso si rivolge a neolaureati in ingegneria civile e meccanica, ingegneria per l’ambiente e il territorio, dei sistemi edilizi, edile-architettura, edile, ingegneria gestionale e altre discipline affini. Punta alla formazione di figure professionali adatte al core-business di Salini Impregilo: la gestione di commesse di grandi opere a livello internazionale.

“La collaborazione con il Politecnico di Milano – ha dichiarato Salini – rappresenta l’inizio di una nuova era per Salini Impregilo. Crediamo che attrarre giovani talenti dalle migliori università del mondo sia una leva da utilizzare per continuare a crescere”.

Il master, interamente in lingua inglese, prevede lezioni ed esperienze pratiche sul campo. Nel primo semestre, l’attività sarà guidata da docenti universitari e professionisti di Salini Impregilo, con workshops, business cases, testimonianze, project works, esercitazioni e visite in cantiere. Il secondo semestre sarà invece caratterizzato da uno stage nel gruppo. Con la possibilità di entrare a farne parte al termine del percorso universitario.

“L’attrazione di giovani talenti – ha concluso Pietro Salini – è per noi fondamentale per costruire una visione di lungo termine. I giovani che entrano in azienda non devono solamente essere assegnati ad un progetto, ma devono avere le capacità di crescere insieme al gruppo, ricoprendo diversi ruoli nel corso della loro carriera”.

Fonte: Salini Impregilo